3 novembre 2009

Un'idea da cestinare o far diventare progetto

By Alessandro Orizio 3 novembre 2009 alle ore

Niente di rivoluzionario, tranquilli.


Riflettevo in questi giorni sulla ricchezza umana che traspare dai racconti che si trovano nei vari blog. Non sono solo racconti di corsa, di tempi, di allenamenti, di tabelle ma, direi, sono racconti in cui ciascuno in misura diversa ci mette un bel po’ di sé, delle sue emozioni, paure, sentimenti, apprensioni, gioie…


Sarà certamente capitato un po’ a tutti, come a me, di provare quasi fisicamente dei brividi nel leggere alcuni di questi post.


Io li considero una ricchezza incredibile che sarebbe veramente un peccato lasciar seppellire dall’oblio del tempo.


Ecco allora che mi è balenata un’idea, così, spontaneamente ha preso luce e da qualche giorno mi frulla per la testa; e l’idea è questa: perché non facciamo una raccolta di alcuni di questi racconti e ne confezioniamo un libro?


E già penso al titolo: Blogtrotters, storie di maratoneti.


Potremmo chiedere a qualche personaggio illustre (mi viene spontaneo pensare a Orlando Pizzolato, blogger pure lui) di farne una introduzione, una prefazione.


Prendere una ventina di storie, non di più e riportarle nel libro.


Due righe per presentare i vari “autori”, l’indicazione dell’indirizzo web dei vari blog e quelle poche aggiunte o correzioni che si rendono necessarie (ad esempio il togliere riferimenti espliciti a terze persone, per questione di privacy).


Occorre poi trovare un editore che lo stampi e successivamente fare un’azione di diffusione, penso nell’ambito podistico ai vari appuntamenti negli eventi importanti.


Uno sponsor credo che lo si possa trovare e poi eventualmente ci fossero dei proventi li si potrebbe destinare in beneficenza o in altri progetti.


Che ne pensate?
E’ un’idea folle o può essere realizzata?


Dite la vostra qui (flagellatemi pure ma evitate le parolacce please!).

68 commenti:

  • Idea assolutamente giusta...ehm, Lucky, Andrea, Math..vi ricorda qualcosa???
    Ale, ne avevamo proprio parlato la sera della pizzata a Milano. I racconti sono tanti e l'idea di un libro viene naturale..dopotutto siamo scrittori anche se non titolati.

    Secondo me se po' fa', certo è che idee nel calderone ce ne stiamo mettendo. Tra giornale, calendario, libro e magliette..mi chiedo dove finiremo eh eh!

    PS Potremmo iniziare a capire quali progetti avviare in maniera concreta. Siamo tanti e il lavoro ce lo possiamo dividere per bene, ognuno mettendo in campo il proprio talento lavorativo. (tipo il libro con le illustrazioni di YOGI secondo me diventa best sellers!!!)

    3 novembre 2009 11:03

  • la flagellazione è fuori moda, dovrai correre la prossima maratona con il cilicio :-))
    Io direi che è un ottima idea, ci sarà da lavorarci parecchio ma un'ottima idea, ora attendiamo gli sviluppi, ciao

    3 novembre 2009 11:04

  • Mi sembra un'idea eccellente... servirebbe pero' una regia attenta per portarla a termine e mi sembra che la persona più adatta per questo compito... sei tu !!!!

    Io potrei solo mandarti 2-3 storie tra quelle che ritengo le migliori e tu deciderai se una di quelle sarà degna di far parte della raccolta.

    3 novembre 2009 11:06

  • Per la stampa il web è pieno di offerte come questa, http://ilmiolibro.kataweb.it/
    in mancanza di meglio

    3 novembre 2009 11:09

  • Bene, allora l'idea era già in nuce prima di me. Direi che si può fare no? Di materiale ce n'è in abbondanza. Mi dispiace contraddirti caro GianCarlo ma credo che il più titolato a fare da regista a questa cosa sia Mathias; io posso dare un aiuto, come tutti spero.
    Mathias, ci sei?

    3 novembre 2009 11:11

  • @Math, anche questa mi sembra un'ottima idea... lo so... è nata sugli ultimi ponti !

    3 novembre 2009 11:36

  • Comunque..io partirei in sordina con un giornale web (stampabile). Mensile in modo che non ci sbattiamo troppo!
    L'idea è sempre di inserire racconti, esperienze, ecc. ecc. ed in più quando facciamo i blogpoint possiamo stamparne un 100/200 e distribuire le copie gratuitamente. In questo modo ci faremo conoscere sempre più.

    Dal mio punto di vista è più fattibile del libro per adesso (libro che sarà una naturale evoluzione).

    Prossimamente magari tiriamo su una sezione "INIZIATIVE/PROGETTI" dove poter discutere di queste cose.

    3 novembre 2009 11:39

  • Grande idea.
    Per quel che riguarda il coordinatore concordo con voi. Direi che Mathias è sicuramente molto adatto alla causa.
    Per l'aiuto volendo ci sono anch'io.

    3 novembre 2009 11:40

  • Ottima idea ... mi piace :)

    Anche se a dire il vero ieri era venuta in mente una idea malata anche a me ... ma meglio che non la espongo :D

    3 novembre 2009 11:55

  • Innovatel, falla germogliare piano piano e domani(non prima... troppe sovrapposizioni) spara !

    3 novembre 2009 11:58

  • Giancarlo ... il fatto è che punto uno è veramente grossa stile foresta secolare ... e due ... non è così semplice ... e tre ... è da un pò che ci penso :)

    3 novembre 2009 12:02

  • Innovatel, siamo tanti , magari qualcuno ha le soluzioni ai tuoi punti ;)

    Bella idea Ale, io dico la mia, indipendentemente da tutto, il libro raccoglie la più bella storia di una corsa vissuta da ogni blogtrotter.
    Verranno poi rivisitate, ma ogni blogtrotter (se vuole) racconta la sua piu bella gara. Daniele già lo fece a suo tempo, Mathias coordina il tutto e noi mandiamo i nostri racconti, potremmo iniziare anche da subito!

    3 novembre 2009 12:12

  • Sarebbe bellissimo!!

    3 novembre 2009 12:22

  • @Master -> appunto che siamo tanti ... non gettare altra benzina sul fuoco :D

    3 novembre 2009 12:41

  • Bèlla idea Ale. Secondo me si può allargare a più di 20 storie comunque,indipendentemente da questo,mi piace parecchio come proposta...

    Magari tra una storia e l'altra qualche pagina dedicata alle frasi più significative,piazzate stile "scritte sul muro"..

    3 novembre 2009 13:12

  • .. e sul fondo un richiamo a tutti i componenti della famiglia-blogtrotters.. tipo: nome,indirizzo del blog ecc..

    3 novembre 2009 13:37

  • Anonimo

    questa è un'iniziativa per sabotare quella SPLENDIDA del calendario in bikini!
    ale... scherzo.
    i proventi in beneficenza in brasile, ci penso io, sono SICURO che vi fidate.
    luciano er califfo.

    3 novembre 2009 13:39

  • se servisse a corredo, autorizzo l'uso dei miei disegni....

    3 novembre 2009 14:07

  • Bella idea ALE!!!!!!!!!

    3 novembre 2009 14:25

  • L'idea è formidabile, bravo! E' il tempo che è poco: servirebbe qualcuno che ha la possibilità di gestire un'organizzazione di questa portata, sembra banale, ma non lo è!

    3 novembre 2009 14:35

  • Ci toccherà fare le primarie... :D

    3 novembre 2009 14:43

  • Complimenti una geniale idea che dovrebbe farci tutti felici, poiche' quello che leggiamo negli altri e' piu' o meno quello che proviamo in noi stessi...
    Bravo Alessandro.

    3 novembre 2009 14:51

  • si potrebbe destinare una pagina ognuno e tutti inviare il racconto che riteniamo piu bello.Opppure due pagine con la prima dove mettere una foto e qualche dato personale e l'altra pagina dove mettere il racconto (se ho detto una stronzata no problem...ditemelo pure.)

    3 novembre 2009 14:55

  • Grazie ragazzi, vedo con piacere che non mi avete frustato ;)
    Io pensavo a un libretto non molto corposo, ecco perchè limitavo a una ventina i racconti.... poi magari si può fare un 2° volume, un 3° e così via negli anni successivi in modo da dare a tutti (chi vuole ovviamente) gradualmente l'onore della stampa.
    Allora dovremmo organizzarci così:
    un paio di persone che hanno lo sgradito compito di selezionare le opere da pubblicare e
    qualcuno che gestisca la parte logistica (dal manoscritto al libretto stampato);
    il tutto potrebbe, assieme al calendario, costituire una bella strenna natalizia!
    Direi che entro questa settimana andrebbero individuati i "prescelti" ai quali, entro fine mese, inviare le storie che ritenete più suggestive per poi, entro fine anno, arrivare all'opera completa.
    Iniziamo:
    per il titolo cosa suggerite?

    3 novembre 2009 15:16

  • Bellissima idea Ale!

    3 novembre 2009 15:32

  • @Ale, io sono dell'idea che se vogliamo fare una bella cosa non dobbiamo fare le cose di fretta dandoci Firenze o Natale come scadenza.... anche perchè se era una rivista digitale ci voleva poco, ma se l'opera Magna sarà(come spero) cartacea allora mi sembra obbligatorio non affrttare i tempi.
    Il titolo che mi piace di + è quello del Blog di Ezio: Racconti in corsa... pero' spero di leggere altre idee di titolo.

    3 novembre 2009 15:38

  • E poi dicono che i giovani sono frettolosi!!! CALMAAAA ALE!!!!! Concordo con Janco sul fare le cose lentamente ma per bene. Una scadenza in fondo non c'è!

    Poi dipende come si vuole strutturare questo libro..semplici racconti uno dietro l'altro? Oppure creare una sorta di storia che li lega tutti quanti...insomma un libro è una cosa tosta. (ci vorrebbe una bella blogcena per parlare di queste cose...con taaanto vinello!)

    Ripeto, secondo me un buon modo per prendere dimestichezza con le cose è iniziare col giornale mensile che potrebbe partire col nuovo anno. Non ci costa soldi ed abbiamo tutti gli strumenti per realizzarlo già da adesso. Dobbiamo solo creare una sorta di redazione e buttare giù le idee..

    Sono il solo a pensarla così?

    3 novembre 2009 15:55

  • Raga l'idea è bellissima e lo sapete che è una cosa che già avevo esternato e nei discorsi tra di noi se ne parlava già. E' bello un collage di nostri racconti..uniti da un filo conduttore, un lio narrante che parli del movimento..delle sfide..mica solo sulle maratone, ma i racconti belli posson esser anche sul contatto con la natura, gli inizi ecc

    Ogni blogtrotter sa qual'è il suo miglior racconto o che potrebbe valere. La rivisitazione del racconto stesso la lascerei al singolo (magari uno taglia quelle parti dove è stato tecnico o si percepisce noioso, aggiunge..riadatta pur mantenendo integro il corpo), che poi lo può far confluire al/ai coordinatori che assembla i racconti.
    Io coordinatore?
    Mi sarebbe piaciuto, ma attraverso una fase extrapodistica delicatuccia in sto momento. Devo riversare le mie energie mentali altrove, non avrei la serenità ed il tempo per scriver oltre quello che già è il mio blog. Già adesso sto allentando i commenti nei blog ed ho mollato a metà un progetto che avevo in mente (faccio outing, tanto si perde tra i commenti. Stavo scrivendo un libro di narrativa sportiva). Ma non limitatevi a me.. il libro collage ha da nascere. Io se volete posso contribuire con un mio racconto, poi lascio a chi vuole assumersi il coordinamento dell'iniziativa la valutazione se inserirlo o come inserirlo

    3 novembre 2009 16:07

  • @Math, il fatto che te ne chiami fuori è di una cattiveria inaudita !
    Cioè... ancora non hai un lavoro al 100%, ancora non hai figli, ancora non sei andato sotto a 4 ore(lo farai solo a Firenze), ancora ancora ancora e già metti le mani avanti.
    Quando una persona ha la fortuna di nascere con un dono se ne deve fare carico come fosse una mission !
    Blade ha parlato!

    3 novembre 2009 16:37

  • Concordo ......
    DA UN GRANDE POTERE DERIVANO GRANDI RESPONSABILITA'!

    ;)

    3 novembre 2009 16:40

  • Non ho capito se avete gia' idea di dove farlo stampare ma se volete un idea ce l'ho io....

    3 novembre 2009 16:41

  • E' la serenità dipesa dalla prima osservazione di Giancarlo (ma la percentuale non è 100 è 0) che mi manca e che ricerco. Vivo una passione intensamente, la corro e la narro, la commento in ogni dove, da qualche parte devo mollare. Raggiunte certe solidità e certezze vi scriverò anche la divina commedia podistica.
    Detto questo e spero che abbiate compreso, il progetto non per questo si deve fermare e lo appoggio in pieno, dando i miei consigli e suggerimenti.

    3 novembre 2009 17:52

  • Idea bellissima Ale ed è un peccato che Mat non possa seguirla in prima persona anche perchè penso non ci sia nessuno che scriva bene come lui.
    Cmq sono d'accordo con Giancarlo,non mettiamoci fretta e la cosa risulterà sicuramente un successone!!

    3 novembre 2009 19:19

  • Si d'accordo, ok, non facciamo le cose di fretta.... ma intanto che vi fate le pippe mentali (ci stò, non posso, non sono bravo, è meglio quell'altro, si può fare così, si può fare cosà...) non ne ricaviamo un ragno dal buco.
    Partiamo sì o no?
    Iniziamo con la "redazione": Ale c'è; chi si aggiunge a me? Poi il buon Paolino ci aprirà uno spazio in cui ciascuno farà arrivare la propria miglior storia. Basta prendere uno dei post che avete già pubblicato e non cambiare assolutamente niente, tranne (ripeto) il dovuto oscuramento di terze persone (cambiando i nomi propri con nomi di fantasia o altro) e il più è fatto. Io e chi mi affiancherà ci ritroveremo in un incontro cultural-culinario (!) e faremo la scelta dei 20-30 racconti da pubblicare.
    Sono stato chiaro?
    FORZA LAVATIVI!!!!

    3 novembre 2009 20:19

  • @Ale, dici che i nomi citati devono essere di Fantasia.
    Perchè... pensi davvero che questa pubblicazione diventi il codice da vinci... cmq se aprite lo spazio io il mio di mandare 2-3 pezzi lo faccio

    3 novembre 2009 21:39

  • Il naturale e sano narcisismo che è dentro ad ognuno di noi fa dire SIII!!!
    Però sono pessimista, la vedo di difficile realizzazione.

    3 novembre 2009 22:08

  • Il naturale e sano narcisismo che è dentro ad ognuno di noi fa dire SIII!!!
    Però sono pessimista, la vedo di difficile realizzazione.

    3 novembre 2009 22:09

  • Giovanni56...Il naturale e sano narcisismo ti ha spinto a ripetere il post a vuoto? :-))

    3 novembre 2009 22:37

  • FANTASICA IDEA,UNA STORIA DEL BRESS KM X KM VE LA REGALO....MA FA LO STESSO,BASTA CHE CI SIANO RACCONTI DI CORSA,GRANDE ALE

    3 novembre 2009 23:02

  • Ale conta pure sul mio TOTALE appoggio ;) ...anche perchè non avete CAGATO la mia proposta ah ah ah!!

    3 novembre 2009 23:07

  • PAOLO ALE E TUTTA LA BANDA contate pure su di me. A completa disposizione.
    UN SALUTO DALLO SCATENATO :-)

    4 novembre 2009 00:36

  • Ci sono anch'io, naturalmente. Io però sono un pò più venale, deformazione professionale del mio essere commerciante! L'idea è bellissima, la strada da percorrere tramite Orlando potrebbe essere quella giusta. Tutto ok. però il responsabile dovrebbe anzitutto stilare una specie di "bando di gara", con un indirizzo mail certo ed una data di inzio/fine invio, come minimo, altrimenti va finire che qualcuno ci resta male oppure dice di non averne saputo nulla e magari va a finire che da una bella idea ci si litiga pure! detto questo, che mi sembra la prima questione, c'è poi, appunto quella venale: pubblicare un libro ha dei costi. Come ci si organizza? Chi ci sta si accolla le spese, e fin qui possiamo valutare. Infine, pubblicare un libro vuole anche dire avere degli introiti, eventualmente (molto eventualmente, ma è così). Anche in questo caso, come ci si organizza? Guardate che sembra facile, ma non lo è affatto! Più o meno è difficile come una 42 km. Ma non mi spavento mica: io ne ho portate a termine già tre. E' solo che continuo a rispettarle, altrimenti scoppio dopo una ventina di km...ed è peccato! Vi è piaciuta la metafora?
    Salve ragazzi, attendo repliche.
    Giuseppe

    4 novembre 2009 07:19

  • Sei un poeta Giusè eh eh

    4 novembre 2009 09:09

  • Concordo con l'amico salentino. Io di esperienza in merito non ne ho. Per questo avevo proposto di fare il riscaldamento col giornale...
    Comunque siamo più di 100, quelli attivi attivi magari molti meno ma a questo punto bisognerebbe stilare una tabella che riassuma:
    1.chi è d'accordo
    2.che mansione si vuole fare carico
    3.altro che non mi viene in mente!

    4 novembre 2009 09:35

  • Ottima idea!
    Anch'io ci sono.

    4 novembre 2009 15:57

  • non ho capito il titolo ...

    Blogtrotters, storie di maratoneti...

    cos'è questa? Discriminazione? :-))))

    Sarebbe meglio storie di podisti ...

    4 novembre 2009 16:56

  • Tranquillo Lucky...quel titolo non glielo faccio passare hihi!!!

    4 novembre 2009 16:58

  • Perchè discriminazione ?
    La storia + bella che ho letto è quella della Maratona di Roma di Lucky.

    4 novembre 2009 17:20

  • NO fate passare quel titolo che faccio lo sciopero del Runner !!
    Io faccio al massimo 12 km e cosi' sarei fuori gara. Per me e' triste, poi fate voi.
    C'e' gente che come me certe distanze se le sogna !!
    Dai cambiate il titolo, su su ... Marchetto.

    4 novembre 2009 17:35

  • Storie di maratoneti? E il Pimpe lo mandiamo in esilio in quel del kazakhstan? E gli altri?

    Blogtrotters: storie di corsa e non
    ...................................
    Blogtrotters: ecc........

    4 novembre 2009 20:57

  • Bravi bravi, continuate a suggerire. Io non voglio escludere i non maratoneti, ci mancherebbe.
    Propongo: Blogtrotters, storie di maratoneti e non.
    Può andare? Si? No? Forse?

    Ma per andare al sodo direi: inviatemi alla mia mail (zartax@inwind.it) le vostre storie o il riferimento alla pagina web delle vostre storie.
    Poi aspetto che Paolo o Runnerblade o Mathias mi diano la loro disponibilità per la prima selezione.

    p.s. è appena finito il 1° tempo e Sheva stà facendo un bel regalino a Mister Mou....

    4 novembre 2009 21:53

  • @Ale, io ti mando tutto cio' che vuoi, ma su questo fronte non voglio decidere nulla

    4 novembre 2009 22:41

  • @GIAN CARLO
    Caspita il migliore per me è FAT, ma dopo questo commento devo valutare se dire anche a te "SEI SEMPRE IL MIGLIORE" :-)))

    @ALE
    A parte il discorso "discriminazione" dove naturalmente scherzavo perchè dobbiamo seguire sempre la corrente? Essere sempre così conformi?

    Oggi la maratona è una moda, molto corrono solo per dire che sono dei Finisher anche se magari ci mettono 8 ore ....

    Per trovare il titolo giusto dobbiamo semplicemente porci una domanda ....

    Chi siamo noi ?

    Io per esempio non mi sento un maratoneta anche se ne ho corse 2 (per sfizio), ma nemmeno un velocista o un mezzofondista ....

    Giro la domanda a voi ...

    5 novembre 2009 09:59

  • Altra domanda:quanto tempo ci diamo?

    5 novembre 2009 11:07

  • @Lucky, se dobbiamo giudicare il come si scrive... io mi taglio fuori ed è il motivo per cui non voglio responsabilità in merito.
    So sicuramente tener di conto ma il mio italiano è si sufficiente, ma nulla più.
    Credo che in giro di penne valeni ce ne siano parecchie, di certo Math e Fat sono 2 esempi tra i tanti.
    Talvolta pero' una storia puo' essere avvincente(specie se parliamo della cronaca di una gara e non di un romanzo) se chi la narra riesce a trasmettere quello che ha provato.
    Beh, in questa direzione, va la mia affermazione precedente... sempre parlando di sensazioni(e qui un po' mi lodo) penso che anche io sono riuscito in alcuni casi a raccontare bene alcuni miei "sforzi".
    Aggiungo... che mi diverto molto a leggere anche Uscuru, che pure non si è laureato in lettere con la lode e il bacio accademico !

    5 novembre 2009 11:15

  • ma dobbiamo vincere il pulitzer o fare un bel ricordo...? Altrimenti io mi tiro fuori perche' non sono ne' un grande runner ne' una grande penna....

    5 novembre 2009 11:21

  • @Ezio, io di fatto ti ho risposto sopra. Niente Pulitzer, poi sono quello che come titolo del libro aveva proprosto racconti in corsa... quindi figurati un po'
    In ogni caso tu grande lo 6 sul serio... crdo che te lo dice pure la bilancia tutte le mattine ;D

    5 novembre 2009 11:38

  • Torniamo in tema per favore sennò va a finire che ci facciamo un sacco di masturbazioni cerebrali e non ne caviamo un ragno dal buco.
    A me piacerebbe la pubblicazione pari pari a quello che si è scritto sul blog, errori ortografici e sintattici compresi (e anche le K nel caso di Uscuru). Non dobbiamo vincere un bel niente ma far vincere a chi ci leggerà la pigrizia che gli impedisce di alzare il culo dal divano e andare a correre.
    Finora ho ricevuto solo UNA segnalazione, forza dai scrivetemi e mandatemi le vostre opere.
    Tempo? Appena ne ho un bel pò vi dirò STOP ALLE TELEFONATE ;)

    5 novembre 2009 11:39

  • azz. era meglio se stavo zitto...pero' pure la mia bilancia comincia a non pensarla cosi'...

    5 novembre 2009 11:40

  • BELLA IDEA !! spero di trovare qualche mio racconto scritto sul blog da mettere in quel famoso libro :-) !

    5 novembre 2009 16:11

  • @GIAN CARLO
    No non ci siamo capiti :-))
    Io dico a FAT "Sei sempre il migliore" per le sue battute :) - non mi permetterei mai di giudicare come uno scrive ...proprio io che vado su tantissimi blog! Ognuno ha il suo stile ...
    Dalla battuta che hai fatto al mio commento sulla "discriminazione" volevo nominarti dopo FAT (si capisce eh eh) il migliore in fatto di battute sarcastiche :-)))

    @ALE
    Il titolo però io e Paolo non te lo passiamo :-)))

    5 novembre 2009 19:53

  • mmm....bene, ottima idea Ale, verrà fuori un bel libro!

    5 novembre 2009 20:00

  • Mi sà che qui stà per uscire un romanzo GIALLO.....
    . nessuna discriminazione
    . nessuna imposizione
    salvo che:
    1- la scelta dei post la faccio io
    2- il titolo lo decido io
    il tutto molto democraticamente e all'unanimità!

    p.s. stò scherzando (per chi non l'avesse capito eh...)

    Ho già un pò di materiale, vi lascio ancora qualche giorno e poi necessariamente sarà STOP (eventualmente poi penseremo al volume 2....)

    5 novembre 2009 20:49

  • @Ale, imporre la democrazia via web è cosa buona e giusta... ci mancava solo che ci mettevamo a mettere i pezzi ai voti.

    @Lucky, ok ho preso un granchio... ho scambiato i commenti per i post... però il fatto che qui c'è stata tanta vita vuol dire che quest'iniziativa...piace.... bravo Ale

    5 novembre 2009 22:45

  • Si si anche a me piace molto (a parte il titolo ah ah ah) ....

    Dai sul titolo scherzo certo bisogna considerare che i blogtrotter sono a maggioranza maratoneti, ma ci sono anche tanti mezzofondisti, mezzofondisti veloci e velocisti ....

    P.S. ho mandato il mio articolo ad ALE ...e non è la maratona di Roma eh eh .....

    6 novembre 2009 16:15

  • Scusatemi tanto, ma allora io che non faccio ne 15 ne 21 ne 42 ne 100 km sono accettato lo stesso oppure il libro e' solo per runner piu' quotati ovvero gli agonisti ... non vorrei trovarmi a disagio.
    ... appena mi riprendo Ale ti mando il resoconto, io ti ho conosciuto di persona e non penso che le mie corse ti passino inosservate.
    Un salutone, a dopo.

    6 novembre 2009 16:48

  • Faccio in tempo ancora per il volume 1?

    6 novembre 2009 21:13

  • @Master, manda a Ale57,(per posta...leggi sopra la sua mail) un tuo pezzo(magari qualcuno in cui parli della magica LAZIO) e vedrai che trovi posto in prima fila.

    6 novembre 2009 22:59

Posta un commento


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

bloggers che corrono... e non solo